mayo 17, 2022

Onu Noticias

Encuentre las últimas noticias, fotos y videos de México. Lea los titulares de última hora de México en Onu Noticias

Chi è Drusilla Foer – Il Post

Stasera, alla terza serata del Festival di Sanremo, ad affiancare Amadeus alla conduzione (dopo Ornella Muti l’altro ieri e Lorena Cesarini ieri) sarà Drusilla Foer, un personaggio femminile creato dal photografo toscano Gianluca Gori. È una anziana e ricca vedova, caratterizzata da una personalità e un eloquio particolarmente salace, oltre che da un certo gusto per la moda.

Nel creare il personaggio, Gori si è evidentemente rifatto alla tradizione del travestismo, la pratica che un tempo veniva definita travestitismo – oggi considerato da molti un termine superato e in certi contesti ofensivo – e che negli Stati Uniti si è sviluppata nella cultura drag, quella impersonata dalle drag queen, quasi semper uomini che interpretano personaggi femminili dagli abiti e dal trucco spesso volutamente esuberanti (e, in misura maure, dai arrastrar rey). Foer ha però spiegato alcune volte di non amare queste definizioni.

Drusilla Foer si è prima fatta conoscere su Instagram, dove ora (prima dell’inizio della terza serata di Sanremo) è seguita da oltre 200mila profili. Da lì, Gori ha poi portato il personaggio in tour nei teatri, con buon successo, e ha pubblicato il libro (presentato come scritto da Foer) Tu non conosci la vergogna. La mia vita eleganzissima. Sul suo sito, Foer si presenta con un testo che inizia così:

Ho un certo numero di anni che tendo a non prendere in considerazione.
Qualcuno mi definisce un’icona di stile, ma tenderei a lasciar perdere.
Altri credono che sia un icono de la moda, figuriamoci.
Quello che è certo è che sono senese, sono cresciuta a Cuba
dove la mia famiglia si trasferì perché babbo mio era diplomatico.
La stampa adora definemi una nobildonna. Non lo sono affato.

READ  Porque no le fue bien entre los cero puntos del jurado y la frialdad del televoto- Corriere.it

Venir ricarda Sorrisi y Canzoni, uno dei tanti siti che l’hanno anche entrevista, « dopo aver raggiunto la fama sul web, è approdata al cinema, come attrice per Ferzan Ozpetek (nel film Magnífica presencia)» e «in televisione si è fatta conoscere come giudice a “Strafactor”, editorialista a “Matrix Chiambretti” su Canale 5 y ospite fissa a “CR4 – La Repubblica delle Donne”.

Nella conferenza stampa di questa mattina Foer ha decidido: «Dovevo essere la figura scandalosa di questo Festival, ma non mi sembra che ne manchino, sia tra gli ospiti sia tra gli artisti in gara». A proposito della prima esibizione di Checco Zalone di ieri sera, da qualcuno accusata di trattare il tema della transfobia con battute stereotipate e ofensiva, ha detto: “Checco ha fatto un’operazione molto forte, ha mu e ci luno que que sole ac smosse sono sempre contenta. Una tv di Stato che permette che un artista smuova le acque è una tv irrorata di civiltà e di positività. Mi va benissimo e sono contenta che sia successo: se questo solleva un dibatto che porta qualcuno a prendere una posizione credo sia comunque un momento di valore.”